Il Movimento Nazionale per la Sovranità al 2,7% in Molise

Il Movimento di Gianni Alemanno sfiora quota 3% nelle regionali del Molise. Così il Segretario nazionale: “La soglia di sbarramento al 3% ci ha impedito di eleggere il Consigliere regionale in Molise, ma i voti del Movimento Nazionale per la Sovranità, pari al 2,7%, sono stati determinati per la vittoria del Presidente Donato Toma. Questo dimostra che il nostro Movimento è una realtà su tutto il territorio nazionale e che la nostra alleanza può portare la Lega a sfondare in tutti quei territori dove non è ancora diventato il primo partito del centrodestra. Il segnale del Molise è chiaro: il centrodestra può vincere rinnovandosi e radicandosi nel territorio, come è accaduto con l’ottima candidatura del Presidente Toma. Per questo ingrazio Carlo Perrella e tutto il Movimento Nazionale del Molise.
La Lega ora deve assumere fino in fondo il ruolo di partito guida del centrodestra, aprendosi a nuove aggregazioni e mantenendo l’unità della coalizione, continuando a respingere l’idea di un’alleanza separata con M5S. La vittoria dei grillini sarebbe proprio questa: dividere il centrodestra serve solo a rendere credibile la propaganda 5 stelle e a nascondere il loro totale vuoto politico e culturale. Mentre la nostra vittoria, in Molise come in tutta Italia, è quella di raccogliere l’eredità politica del centrodestra, per rinnovarla in chiave identitaria e sovranista.”

Redazione

Redazione1916 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

0 Comments

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it