“Indifesi dallo Stato”: la denuncia delle vittime del Bataclan

Le istituzioni non ci hanno difeso abbastanza. Con questa convinzione, diciassette persone colpite direttamente o indirettamente dagli attentati parigini del 13 novembre 2015 hanno sporto denuncia per «non assistenza a persone in pericolo» durante la presa d’ostaggi al Bataclan.
«Il tempo non attenua la loro sofferenza», dice l’avvocata Samia Maktouf, citata dal Figaro.fr. Due anni e mezzo dopo la strage, queste vittime o familiari delle vittime vogliono capire perché i militari dell’operazione antiterrorismo presenti davanti alla sala concerti non siano intervenuti all’interno mentre si consumava il massacro.

Commenta con il tuo account social

0 Comments

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it