Migranti, il governo Conte mette a nudo le contraddizioni dell’Ue

Si può parlare, davanti agli eventi delle ultime ore, di crisi dei migranti. Ma è una crisi politica di livello europeo, con la Ue che comincia a sentire la pressione dell’Italia e del suo governo del cambiamento. L’esecutivo di Giuseppe Conte si mostra infatti compatto sulla linea del vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini: la nave Aquarius, battente bandiera di Gibilterra è stato l’argomento del vertice a Palazzo Chigi. Conte, perfettamente allineato con il suo vice, in serata ha diramato una nota durissima contro Malta, “indisponibile” a farsi carico del soccorso umanitario dei passeggeri dell’Aquarius. “È un’indisponibilità di Malta e dell’Europa”, è l’affondo del premier che ribadisce un concetto già scandito in Canada: “L’Italia si ritrova ad affrontare in totale solitudine l’emergenza immigrazione”. Le contraddizioni dei porti chiusi ovunque tranne che in Italia stanno venendo a galla, mentre allo strapotere delle Ong è stato finalmente posto un argine.

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi