Thailandia: via alle operazioni per evacuare la grotta sommersa

E’ corsa contro il tempo in Thailandia dove i soccorritori stanno già preparando il primo dei ragazzi per l’uscita. Il primo a tentare il difficile percorso sarà scelto in base alla prestanza fisica. Alcuni dei genitori dei ragazzini non sarebbero d’accordo con il tentativo di salvataggio deciso dalle autorità, ha confermato all’emittente australiana Network Ten il governatore provinciale che ha spiegato: «Non tutti lo approvano, ma hanno capito che è necessario procedere».

Le operazioni per far uscire i 12 ragazzi e il loro coach intrappolati nella grotta Tham Luang prevedono che sarà recuperata una persona per volta. Il recupero è iniziato alle 10 locali, le 5 in Italia, con due sub per ciascuna persona da recuperare. Nel pool, 13 divers stranieri e 5 thailandesi.

Le operazioni potrebbero durare «un paio di giorni», e sono dipendenti anche dal maltempo, ha detto il governatore Narongsak Osatanakorn, precisando che i 12 ragazzi e il loro allenatore sono pronti fisicamente e determinati. I primi ragazzi non torneranno in superficie prima delle 21 locali (le 16 in Italia).

La maggior parte del tragitto per uscire dalla grotta è «percorribile a piedi», e il livello dell’acqua ora è il più basso degli ultimi giorni. Sull’area attorno alla grotta Tham Luang intanto è ricominciato a piovere in modo insistente, anche se non con la tipica violenza dei monsoni. Un’eventuale salita del livello d’acqua all’interno potrebbe complicare e allungare i tempi delle operazioni di recupero.

Redazione

Redazione1157 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it