Assad:”Senza Putin, l’Isis avrebbe conquistato gran parte della Siria”

Assad

“Se non fosse stato per la Russia di Putin, l’Isis e gli altri gruppi terroristici che operano in Siria avrebbero occupato territori molto più vasti”. A dirlo è stato il presidente siriano Bashar al Assad, incontrando Vladimir Putin a Mosca. La notizia, diffusa stamane dalla tv di Stato della Siria, è stata confermata anche dal Cremlino.

Assad ha espresso “enorme gratitudine a tutte le autorità della Federazione russa e al popolo russo per l’aiuto che forniscono alla Siria. Tutti i passi politici intrapresi dalla Federazione Russa sin dall’inizio della crisi – ha aggiunto – hanno evitato agli eventi in Siria di raggiungere un livello ancora più tragico. Naturalmente ognuno capisce che ogni azione bellica prevede dei passi politici ulteriori e che l’obiettivo comune per tutti deve essere quello di vedere il popolo siriano nel futuro del proprio paese”.

Il portavoce della presidenza siriana, ha reso noto che Putin “ha informato Assad sull’intenzione di avere dei colloqui con le potenze internazionali al fine di ottenere una soluzione politica alla crisi siriana combattendo, allo stesso tempo, contro il terrorismo”.

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi