Delirio Pd:”Per sconfiggere l’Isis servono i matrimoni gay”

quartap

Pensare che Matteo Renzi la voleva anche nominare Ministro degli Esteri. Poi Giorgio Napolitano bloccò l’operazione di marketing del premier. Lia Quartapelle, attraverso le colonne dell’Huffington Post ha reso nota la sua ricetta per sconfiggere l’Isis. Una ricetta davvero particolare, come ha raccontato il quotidiano Libero:

“La lezione americana sui gay: con più libertà si rafforza anche la lotta al terrore”. Così si intitola un articolo scritto da Lia Quartapelle, deputata del Pd e fedelissima renziana, sull’Huffingtonpost.it. Come a dire che per sconfiggere l’Isis e il terrorismo basta concedere i matrimoniomosessuali. Certo gli Stati uniti ci hanno dato una lezione memorabile sulla questione dei diritti alle minoranze, ma credere che questo basti per battere il terrorismo è un po’ ingenuo. “Sono negli Stati Uniti – esordisce la Quartapelle – per un programma di visite organizzate dal Dipartimento di Stato. La giornata di venerdì, con i tanti, troppi morti, il dolore e la paura, vista da qui è stata un’altra giornata. Perché la notizia negli Stati Uniti è stata invece la sentenza della Corte Suprema sui matrimoni gay legali in tutti gli stati”.

L’idea – Membro della commissione Esteri, la deputata avrebbe dovuto sostituire la Mogherini prima dell’avvento di Gentiloni, ed è considerata un cavallo rampante dell’entourage renziana.  “La sentenza di venerdì – continua la dem – è ancora più simbolica in questa giornata, anche per l’Europa e per tutto il mondo libero anche perché è un passo in avanti verso una società più aperta, inclusiva, capace di dare spazio alle differenze. Proprio quella società che i fanatici assassini di oggi vogliono spaventare”. Per questo motivo si devono estendere i diritti a tutti, per combattere l’oppressione con il suo opposto. Secondo l’articolo della deputata chiodo non schiaccia chiodo quindi, ma “solo dall’unione delle democrazie, dall’estensione dei diritti, che può scaturire la forza per contrastare il terrore, e per difendere i diritti di tutti, da Washington aTunisi, a Kuwait City”.

 

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi