Dopo sei mesi Parigi ancora sotto attacco terroristico: 126 morti

lapr0059_ori_crop_MASTER__0x0-593x443Per la seconda volta in meno di un anno Parigi è sotto attacco terroristico ma stavolta quel che è successo a Parigi è di proporzioni ben più grandi rispetto all’attentato allo Charlie Hebdo e nel quartiere ebraico dello scorso gennaio.

L’attacco, rivendicato dall’Isis come “vendetta per la Siria”, ha riguardato luoghi di svago e divertimento e in città si sono verificate sette sparatorie e anche bombe piazzate nei pressi dello Stade de France, dove si stava giocando l’amichevole di calcio Francia-Germania. Il presidente Francese François Hollande, che stava assistendo alla partita, è stato evacuato in fretta e furia dallo stadio dai servizi francesi. All’esplosione della prima bomba si era pensato che fosse un petardo, solo dopo ci si è reso conto di cosa fosse accaduto davvero: fuori dallo stadio boati e spari e cadaveri sui marciapiedi.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Ancora più grave quanto accaduto al Bataclan, un noto locale parigino: tre terroristi sono entrati mentre all’interno si stava esibendo il gruppo degli Eagles of Death Metal e hanno preso in ostaggio circa un centinaio di persone (una trentina di persone è riuscita invece a scappare) e dopo aver sparato in tutte le direzioni hanno iniziato a ucciderli uno ad uno. Diversi testimoni, che sono riusciti a contattare il mondo esterno trramite social network, hanno parlato di “una carneficina”.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Nel resto della città si sono verificate altre sparatorie davanti a locali e ristoranti. Il presidente francese Hollande, data la situazione ha dichiarato lo stato di emergenza che non era stato più dichiarato dal 1944.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi