La popolarità di Putin raggiunge l’89,9%

Putin

La crisi siriana fa bene a Vladimir Putin. Sull’onda emotiva dei raid in Siria, questo mese l’indice di gradimento del presidente russo ha raggiunto il massimo storico, sfiorando il 90%. A renderlo noto è stato un sondaggio diffuso dall’istituto demoscopico russo VTsIOM. L’89,9% degli intervistati si è dichiarato a favore dell’operato di Putin. Si tratta di un record che batte il precedente stabilito nello scorso giugno, quando il presidente russo aveva raggiunto l’89,1% del gradimento.

«Un tale livello di approvazione  dell’operato del presidente è stato registrato soprattutto in relazione agli eventi in Siria, ai raid aerei russi contro le postazioni dei terroristi», si legge nel rapporto stilato da VTsIOM, dove viene ricordato che da oltre un anno e mezzo l’approvazione per la politica di Putin viaggia sopra l’80% dei consensi. «Il suo gradimento è iniziato a salire nella primavera del 2014, sullo sfondo dell’annessione della Crimea e di Sebastopoli alla Russia: a marzo 2014 era in media del 76,2%, ad aprile dell’82,2% a maggio dell’86,2%».

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi