Lavoro: l’Italia ha il record disoccupati diventati inattivi in UE

cercare-lavoro

Tra il primo e il secondo trimestre 2015, l’Italia è il paese dell’Unione Europea con il tasso più alto di disoccupati passati alla condizione di inattività economica, cioè quella parte di popolazione che non cerca lavoro. Sono i dati diffusi oggi da Eurostat, che ha pubblicato il rapporto sui flussi nel mercato del lavoro.

Nel nostro paese è diventato inattivo il 35,7% dei disoccupati, più del doppio della media Ue che si ferma a 16,8%. Rispetto all’Italia, a livello europeo sono maggiori i disoccupati che continuano a cercare un impiego piuttosto che coloro che perdono le speranze e non lo cercano più

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi