L’Iran abborda una nave da carico nello Stretto di Hormuz

1325144387355Hormuz4Le forze iraniane hanno abbordato una nave da carico battente bandiera delle Isole Marshall nell’area del Golfo Persico, martedì u.s. Alcune motovedette hanno sparato colpi di avvertimento verso la prua, dopodiché hanno ordinato al cargo di entrare più in profondità in acque iraniane mentre stava attraversando lo Stretto di Hormuz.
Il Pentagono ha dichiarato che intercettazione e l’abbordaggio da parte dell’Iran di una nave da carico battente bandiera delle Isole Marshall sia un atto provocatorio, ma i funzionari americani non hanno ancora ben chiari tutti i fatti che circondano questo “incidente”.
 
Il colonnello Steve Warren, portavoce del Pentagono, ha detto che la decisione da parte delle forze navali iraniane di sparare colpi di avvertimento verso la prua del cargo sia “inappropriato”. Inoltre, il portavoce del Ministero della Difesa, ha dichiarato che un cacciatorpediniere della Marina degli Stati Uniti è diretto verso l’area interessata per monitorare la situazione, eseguire un pattugliamento marittimo e di ricognizione con l’ausilio di aerei della US Navy. Non è chiaro il motivo che obblighi gli Stati Uniti ad un’azione così difensiva verso un cargo delle Isole Marshall.

La nave, la MV Maersk Tigri, ha inizialmente ignorato gli avvisi delle motovedette iraniane che hanno ordinato più profondo ingresso nelle acque territoriali iraniane, ordine subito dopo rispettato dal capitano del cargo dopo aver udito i primi spari di avvertimento. La Maersk Tigri è gestita dalla società di Singapore Rickmers Ship Management, che fa parte del gruppo Rickmers con sede ad Amburgo. Una portavoce della Rickmers Group ha rifiutato di commentare l’accaduto.
 
Forze Usa nella regione hanno immediatamente risposto alle richieste di soccorso dalle Tigri Maersk con l’invio del cacciatorpediniere USS Farragut per monitorare la situazione e inviando sul posto un aereo da ricognizione. 
  
La nave non aveva cittadini statunitensi a bordo, ha detto il portavoce della difesa statunitense, contraddicendo il rapporto di Al-Arabiya, che ha sostenuto che sulla nave erano presenti 34 marinai americani. 
I dati di navigazione hanno mostrato che la nave era diretto a Jebel Ali negli Emirati Arabi Uniti, dopo aver lasciato il porto di Jeddah in Arabia Saudita.
La controversa Stretto di Hormuz, vicino alla città portuale iraniana di Bander Abbas, è l’unica via di comunicazione tra il Golfo Persico e l’Oceano Indiano e circa il 40% delle forniture marittime mondiali di greggio passa proprio attraverso questo spazio, che nel suo punto più stretto è largo appena 54 km. Il flusso di navi e petrolio deve rimanere costante per non provocare un rapido incremento del prezzo del greggio, poiché le contromosse studiate per rotte alternative (come l’oleodotto che dovrebbe attraversare l’Arabia Saudita da est a ovest) sono ancora lontane dall’essere realizzate. 
L’Iran controlla la parte nord dello stretto, mentre gli Emirati Arabi Uniti e l’Oman controllano il tratto opposto.

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi