L’ISIS mostra al mondo i propri reparti speciali e c’è da ridere

200215isisaddfs1bDoveva essere un video che, nelle intenzioni, avrebbe dovuto scatenare il panico negli occidentali e nei loro reparti speciali che nonostante l’esiguo numero, continuano ad eliminare bersagli seminando il panico tra le fila dei terroristi. L’effetto, però, è stato diametralmente opposto.
Lo Stato Islamico ha diramato il primo video che ritrae l’addestramento delle proprie truppe scelte.
Ci sono uomini travestiti da cespugli, altri ancora che rompono con la testa un pannello di ceramica. Altri, addirittura, dopo una capriola imbracciano una mitragliatrice.
È uno scherzo – si chiedono dal comando SAS, in Inghilterra – questo è un parco giochi.
È un film comico di basso livello – commentano, invece, dal Comando Operazioni Speciali degli Stati Uniti – ricorda tanto la commedia britannica “Four Lions”.

Il video è stato chiaramente realizzato per scopi di propaganda interna e diffuso dal braccio mediatico del califfato.
Nel video, alcuni terroristi dimostrano al mondo il loro “addestramento al corpo a corpo mortale”, ma sembrano più movimenti a casaccio compiuti da qualcuno che ha visto un film di arti marziali che un vero e proprio training di alto livello come quello svolto dai Navy Seal o dagli Specnaz.
In una scena, ripresa (ad essere buoni) dagli assalti in grande stile effettuati dalla SAS, un miliziano scende lentamente e nervosamente con una corda da un tetto, senza considerare che se davvero si trovasse in un teatro operativo, sarebbe un facilissimo bersaglio per il nemico.
Altri si cimentano in difficilissime capriole, imbracciando da tergo una mitragliatrice pesante. A voler essere buoni (forse fin troppo), questa tecnica potrebbe anche somigliare a quelle d’assalto utilizzate dai russi in spazi ristretti (gli Specnaz sono maestri in questo e le loro movenze sono una mortale danza), ma il paragone è fin troppo fantasioso.

I reparti speciali dell’Isis non potevano di certo non essere maestri nel rompere le piastrelle trattenute dai compagni jihadisti: scene sempre presenti nei film di Jackie Chan o Bruce Lee, ma non nell’addestramento delle teste di cuoio.
Quello che sembra essere il sensei dell’intero programma di addestramento, si mostra poi con una serie di pugni e calci con spaccata finale.
Il filmato è molto meno sinistro rispetto ai precedenti rilasciati dal gruppo terroristico. In uno di questi, rilasciato lo scorso novembre, un terrorista mostra a cinque ragazzini come utilizzare una pistola.
Gli estremisti hanno anche istituito una scuola in Siria chiamata Osama Bin Laden. La scuola religiosa, che prende il nome dell’ex leader di Al Qaeda terminato dai Seal americani, è stata inaugurata a Manbij, una piccola città nel nord. La struttura offre corsi di istruzione religiosa per i residenti e versioni estremiste della sharia.

Il video di sei minuti dal titolo ‘Il sangue della Jihad a Ninive” è stato postato su YouTube dopo essere stato girato nel nord dell’Iraq.

Franco Iacch per Difesaonline

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi