L’Ue si schiera: I Marò siano rimpatriati in Italia

marò-1Netta presa di posizione, la prima in tre anni, sui Marò da parte del parlamento europeo. Una notizia che arriva dopo quella della proroga di tre mesi del permesso concesso a Massimiliano a Latorre per poter restare in Italia a curarsi.
L’Ue ha invece approvato a larghissima maggioranza una risoluzione in cui si chiede il rimpatrio dei due fucilieri e un cambio di giurisdizione. Secondo Strasburgo, la competenza giurisdizionale dovrebbe passare alle autorità italiane, quindi al tribunale militare italiano, oppure a un arbitraggio internazionale, al fine di trovare una “soluzione ragionevole e accettabile”.

Persino il quotidiano di New Delhi, The Economic Times, ha pubblicato un severo editoriale in cui si legge: “Mettiamo fine a questa farsa, mandare a casa i Marò è la cosa migliore”. E ancora: “Il governo indiano esattamente come il suo predecessore, non ha alcuna interesse nel punire i due marò, considerato il fatto che sono in gioco le relazioni diplomatiche dell’India con l’Ue. Gli italiani lo sanno bene e hanno condotto il gioco diplomatico alla perfezione, conducendo l’India in una trappola giudiridica”.

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi