Militanti di CasaPound arrestati: si opponevano a un centro di accoglienza

o-CASALE-facebook
Sei militanti di CasaPound sono stati arrestati stamane dalla Digos per gli scontri avvenuti lo scorso 17 luglio a Casale San Nicola, alla periferia nord di Roma. Il provvedimento è stato firmato dal gip Giovanni Giorgianni su richiesta del sostituto procuratore Eugenio Albamonte

Gli scontri dello scorso luglio erano scaturiti dall’opposizione degli abitanti del quartiere alla creazione di un centro di accoglienza per immigrati nella zona e i militanti di CasaPound avevano appoggiato i residenti, bloccando i pullman che portavano gli immigrati nella zona.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi