Polemiche sul video sulle cooperanti: gli autori rispondono al padre di Vanessa Marzullo

È stato visto anche dai genitori di Vanessa Marzullo, una delle due cooperanti rapite in Siria e poi liberate, il video diventato virale su facebook “A.A.A. LIBERATECI (Condividi la vera storia di Greta e Vanessa)”, realizzato da due militanti di Fratelli d’Italia e pubblicato nei giorni scorsi anche sulla pagina “Questa è la sinistra italiana”, di cui i due protagonisti sono fan.
Matteo Montevecchi, consigliere comunale di Santarcangelo, e Mariachiara Prete hanno pubblicato il video su facebook lo scorso 21 gennaio. I due hanno prima imitato Vanessa e Greta, esprimendosi solo attraverso cartelli, poi togliendosi le sciarpe adibite a guisa di burqa hanno raccontato quella che a loro parere è la vera storia delle due cooperanti.
Nel video, Montevecchi e Prete non parlano mai. A parlare sono sempre i cartelli. Ve lo riproponiamo:

In totale, il video ha abbondantemente superato il milione di visualizzazione in pochi giorni. Logico che scatenasse anche polemiche. Probabilmente neppure i due autori si aspettavano che arrivasse fino al padre di Vanessa Marzullo, che ha affidato la sua replica alla colonne del Resto del Carlino

greta e vanessa

“Una buffonata” secondo Salvatore Marzullo.
Il consigliere comunale di Fdi Matteo Montevecchi e la sua amica Mariachiara Prete, che di Fdi è solo militante, hanno però rimandato al mittente le accuse, replicando con una lettera aperta che a quanto pare è stata ignorata dalle testate, Resto del Carlino compreso.
Questa la replica:

Ringraziamo il papà di Vanessa non solo per aver dichiarato che il nostro video riguardo sua figlia e Greta è una buffonata, ma anche per aver ammesso di essersi limitato a vedere solo la parte iniziale del video, per questo dubitiamo che ci abbia capito qualcosa.
Ci piacerebbe chiedergli cosa ne pensa anche delle manifestazioni di Milano alle quali partecipavano le due amiche cooperanti Greta e Vanessa, mentre tenevano in mano un cartello che recitava: “Agli eroi di Liwa Shuhada grazie per l’ospitalità e se Dio vuole vediamo la città di Idlib libera quando ritorneremo.”
Ci chiediamo se il papà di Vanessa fosse a conoscenza del fatto che Liwa Shuhada è “la Brigata dei Martiri”, un gruppo armato che opera per il Free Syrian Army.. Mentre altri giornali parlano invece della fazione “Liwa Shuhada al-Islam, un gruppo ribelle islamista il cui nome significa “La Brigata dell’Islam” e che è considerata dagli esperti di terrorismo internazionale una sigla vicina al Fronte al Nusra, braccio di al Qaeda in Siria, di chiara matrice jihadista. Anche questo lo considera una buffonata?
Il papà di Vanessa sa che Greta Ramelli su Facebook è amica di guerriglieri armati, come Issa Muhanned, un membro degli “Idlib Martyrs Brigade” che sul suo profilo da il benvenuto presentandosi con una sua foto dove imbraccia un mitra (in altre anche due allo stesso tempo) e che a sua volta ha altre amicizie con altre persone decisamente “poco raccomandabili” che mostrano il simbolo dell’Isis e posano tranquillamente in raccapriccianti foto con teste mozzate? E’ anche questa una ulteriore buffonata?
Ed infine il papà avrà mai saputo che Greta Ramelli aveva come amici su Facebook anche diversi miliziani del Fronte Al-Nusra, come Saef Kourani, ma in particolar modo un ragazzo di Homs chiamato Yahya Alhomse, dirigente di questa branca di Al-Qaeda in Siria?
E’ curioso notare che le foto profilo di questo ragazzo terrorista sono state letteralmente bombardate di “Mi Piace” proprio da parte di Greta Ramelli, mentre lui intanto si divertiva a condividere su Facebook immagini che ritraevano e osannavano Osama Bin Laden.
Anche queste cose sono una buffonata, vero?
Ci vogliamo fermare qui e ci limitiamo a dirle questo, anche perché c’è già chi si sta occupando di tutte le indagini del caso, ma… la prossima volta si guardi almeno tutto il video.

Contestualmente, i due militanti di Fdi hanno prodotto e allegato lo screenshot che dimostra i “Mi Piace” di Greta Ramelli alle foto del dirigente del Fronte Al-Nusra di Homs, quello che dimostra l’amicizia su Facebook tra questo miliziano Al Nusra (Yahya Alhomse) e Greta Ramelli, quello che dimostra le condivisioni dei post su Bin Laden dello stesso dirigente Al Nusra e infine quello che dimostra l’amicizia su Facebook tra Muhanned Issa e Greta Ramelli.

Immagine

al quaeda

Yahya Alhomse del Fronte Al Nusra amico di Greta Ramelli

Muhanned Issa amico dell'ESL di Greta Ramelli

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi