Psicodramma Pd: il civatiano insulta il senatore renziano su facebook

Immagine 2“L’altro giorno camminavo per strada un po’ distratto, e ho pestato un esposito”. Inizia così una delle poesie più struggenti che siano mai state scritte su facebook. A digitare queste parole è Paolo Cosseddu, uno dei 120 componenti della direzione nazionale del Pd. Un civatiano doc.
Glielo ricordano pure gli amici che commentano, ipotizzando che le parole affettuose nei confronti di Esposito, che altri non è che Stefano Esposito senatore del… Pd, rappresentino il pensiero segreto di Pippo Civati.

L’altro giorno camminavo per strada un po’ distratto, e ho pestato un esposito. Non me ne sono accorto subito, infatti sono salito in auto e sentivo questo forte odore di esposito e mi sono detto “mamma mia che puzza di esposito, devo aver pestato un esposito”. Sono sceso, mi sono pulito bene la suola da tutto quell’esposito e sono risalito in auto, sono partito ma, anche con i finestrini abbassati, sentivo ancora una gran puzza di esposito. Una puzza, ma una puzza di esposito che ho pensato: “mamma mia che puzza di esposito, sembra quasi che io abbia caricato in auto il senatore Merda!”

A dividere civatiani ed Esposito c’è senza dubbio la delicata questione che riguarda l’Alta Velocità in Val Susa. Stefano Esposito è un pro Tav dichiarato, tanto da aver subito minacce talvolta pesanti dal mondo dell’antagonismo e dei centri sociali. Cosseddu e i civatiani sono evidentemente No Tav, tant’è che qualche grillino ha commentato con giubilo la poesia vergata dal Cosseddu.
Ma c’è anche altro.

Stefano Esposito, nei giorni scorsi, non è stato tenero con certe correnti interne del Pd. “Fassina? Sputa nel piatto dove mangia, esca dal Pd. Dovrebbe andare via, ma il partito gli garantisce ruoli e posti” tuonava il senatore all’Ansa, soltanto tre giorni fa. E ce n’era pure per Civati, definito “un parassita politico” che “odia Renzi perché più bravo di lui”. Parole non digerite dalla minoranza Pd e dai civatiani. “Io l’ho cancellato subito dalle mie amicizie Fb…..” ha commentato un utente, Piero, proprio sotto lo status di Cosseddu. Bersani ha stigmatizzato il comportamento di Esposito, quest’ultimo si è poi scusato in modo non molto convinto.

Le divisioni interne del Pd sono ora arrivate fino ai social network. Buon per noi, ci sarà da divertirsi.
Sulla qualità della poesia del membro della direzione nazionale del Pd, sospendiamo qualsiasi giudizio e lasciamo la parola ai lettori

Immagine 2

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi