Regionali 2015: foderi e sciabole

berlusconi-fitto-salvini-ape10Si è entrati in piena campagna elettorale per le regionali. Un test che, oltre ad assegnare, nei territori interessati, un governo per i prossimi cinque anni, sarà importante per valutare la reale forza dei partiti politici anche a livello nazionale.
Scelte e strategie interne al centro-destra verranno messe sotto il fuoco di fila della competizione elettorale.
Per la nuova Lega Nord mantenere il Veneto è una tappa fondamentale per accompagnare la chiara ascesa di Matteo Salvini sul piano nazionale.
Per Forza Italia, in virtù dei ritardi accumulati durante la lunga stagione del Nazareno, la situazione è più complessa.

Nelle delicate e comprensibili operazioni di sganciamento da voltagabbana e traditori vari, tutto personale politico che comunque non ha più alcun futuro, neanche elettorale, il partito dei moderati italiani deve avere l’accortezza di non lasciare completamente il palco ai foderi, lasciando a casa le sciabole, attaccate al muro.
Non servono le sciabole appese in parete in questa fase, facendo combattere i foderi, con tutto il rispetto per questi ultimi, si da l’ovvia impressione di non voler duellare coerentemente ed è questo un lusso che il partito dell’ex-Cavaliere non si può più permettere.

È l’ultima occasione da cogliere questa per far correre in pista uomini e donne coraggiosi e portatori di iniziative chiare e sostanziali per riformare questo inferno fiscale chiamato Italia.
A loro tocca la prima fila, in nome di un Leader che sia ancora capace di essere chiamato con questo nome e di porsi come autentica alternativa allo strapotere della sinistra.

Scialbe e timide controfigure del rinnovamento si pongano in seconda fila o al vettovagliamento, quando c’è da combattere, non sono di nessun aiuto in prima linea, lasceranno passare il nemico e faranno disperdere l’esercito dei moderati di questo paese, i quali, come profughi senza più un riferimento, non cercheranno Fitto, ma Salvini e chi ha deciso di combattere insieme a lui.
Ed anche le sciabole appese ai muri, a quel punto, sapranno per chi andare a combattere, come dei ronin.
Non è casuale la relativa brevità di questa nostra riflessione di attualità politica, c’è veramente poco altro da aggiungere.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi