Sanità: medici fiscali, nel 2013 +9% certificati malattia nel pubblico

medico“E’ un dato di fatto che la spesa per malattia nella pubblica amministrazione sia fuori controllo: solo nel 2013, il numero complessivo dei certificati di malattia è aumentato del 9% nel pubblico impiego mentre è rimasto praticamente invariato nel settore privato”. Ad affermarlo è Federica Ferraroni, vice presidente dell’Aimpaf, l’Associazione italiana medicina previdenziale, assistenziale e fiscale. “La percentuale di assenteismo del settore pubblico – prosegue Ferraroni – si è assestata negli ultimi anni al 2% mentre per il pubblico è ancora a percentuali altissime; il servizio di medicina fiscale del settore privato è svolto dall’Inps, quello del pubblico dalle Regioni”.

Secondo il vice segretario dell’Aimpaf “la soluzione è uniformare i due settori e accorparli in capo all’Inps (il cosiddetto polo unico della medicina fiscale), la struttura che ha i risultati di eccellenza in questo settore. Lo stesso sottosegretario del ministero della Pubblica Amministrazione, Angelo Rughetti, sta lavorando a questa riforma da mesi, ormai”

Fonte: Adnkronos

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi