“Sbirri di m….”. Insulta poliziotti durante l’alluvione a Genova, condannato

9.0.715276391-kzKD-U43070170815774aLB-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443“Avete le divise pulite, andate a spalare”. E ancora “Sbirri di m….”. Queste alcune delle frasi rivolte da alcuni ragazzi a Genova lo scorso 12 ottobre, quando la città era sommersa dal fango a causa dell’alluvione di tre giorni prima.
Il fatto è accaduto in corso Buenos Aires, dove alcuni poliziotti in servizio erano stati avvistati e insultati dal gruppo che si trovava insieme ai residenti accorsi in strada a ripulire il quartiere dal fango e dai detriti.
Immediato l’intervento degli agenti, che avevano provveduto ad identificare il gruppo di contestatori.

Dopo cinque mesi è arrivato il verdetto di primo grado: condanna a 21 giorni di reclusione, convertiti in 4.250 euro di multa, ad uno dei ragazzi identificati per oltraggio a pubblico ufficiale. L’avvocato del giovane condannato ha però già annunciato ricorso in Appello, la sentenza dunque non è definitiva.

Foto: Ansa

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi