Spagna, poliziotto spinto sotto la metro da ivoriano. Video choc

frame

Il Poliziotto è morto sul colpo.

Anche un intervento di routine può trasformarsi in tragedia. Ne è prova il drammatico episodio verificatosi Venerdì scorso a Madrid, dove un agente della Policia Nacional è rimasto ucciso sotto un treno della metropolitana durante un normale controllo.

Secondo le prime indagini Francisco Javier Ortega, questo il nome della vittima, si sarebbe avvicinato ad un gruppo di giovani, uno dei quali, capite le intenzioni del poliziotto, avrebbe resistito alla richiesta di esibire il documento iniziando dapprima una discussione, poi sfociata in una vera e propria rissa, culminata con la spinta dell’agente sui binari proprio pochi istanti prima dell’arrivo di un convoglio. Il trambusto ha attirato la curiosità dei presenti che hanno ripreso la scena con i propri cellulari. Il video choc è stato diffuso dalla stampa spagnola.

Il poliziotto è morto sul colpo, mentre l’aggressore rimasto coinvolto nella caduta è stato ricoverato in ospedale in condizioni critiche.
Identificato, si tratta Yode Ali Raba, un cittadino 28enne della Costa D’Avorio già noto alle forze di sicurezza per ingresso irregolare, violazione della legge sull’immigrazione, resistenza e rapina.

Francisco Javier Ortega, anche lui 28enne e originario di Ávila era in Polizia da sei anni e prestava servizio alla Brigada Movìl “Policía en el Transporte” il cui compito è quello di garantire la sicurezza quotidiana dei mezzi pubblici e dei trasporti.

Il delegato del governo a Madrid, Cristina Cifuentes ha reso omaggio all’agente con un Tweet mentre Il Direttore Generale della Policia Nacional Ignacio Cosidó Gutiérrez, ha annunciato il conferimento postumo della Medaglia d’Oro al valor Civile,
più alto riconoscimento attribuito dal Ministero dell’Interno, e una pensione per i familiari della vittima.

Ai funerali hanno partecipato centinaia di cittadini e agenti in divisa di Policia Nacional, Guardia Civil e delle più disparate polizie locali (IL VIDEO). Presenti anche i leader sindacali come Alfredo Perdiguero, l’Unione Indipendente della Polizia spagnola (SIPE), che ha denunciato mancanze nelle procedure e nei dispositivi di protezione “Purtroppo, non siamo protetti nel nostro lavoro e si muore difendere i diritti dei cittadini”. Nel frattempo, il segretario generale dell’Unione federale di polizia (UFP) ha duramente criticato l’assenza alla cerimonia di addio del ministro degli Interni Jorge Fernandez Diaz.

Numerose le manifestazioni in ricordo e di protesta previste nei prossimi giorni.

 

Foto 1 – tribunaavila.com
F
oto 2 – abc.es
F
oto 3 – telecinco.es

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi