Entra in una casa per rubare, ma il cane lo azzanna. E lui chiede i danni

caneEntra in casa per rubare, ma il cane lo morde. Il ladro, magrebino, non solo non si è costituito, ma chiederà addirittura i danni al padrone della casa che voleva derubare. L’episodio lo ha raccontato L’Eco di Bergamo.

Antico adagio giornalistico: un cane che morde un uomo non fa notizia, un uomo che morde un cane sì. E come la mettiamo con uno che entra in casa vostra, viene morso dal dobermann e vi chiede pure i danni? No, non è uno scherzo, è successo in un comune della Bassa.Normalmente un individuo sorpreso di notte in una proprietà altrui senza giustificazione, se la sarebbe data a gambe, ringraziando chi vuole lui per lo scampato morso e pericolo. Invece nel nostro caso questa persona, un magrebino, ha deciso di sporgere denuncia e pretendere un risarcimento dal proprietario del cane e padrone della casa.

 L’episodio è stato raccontato su Facebook da Fabio Pansera, stimato veterinario di Romano: il padrone del dobermann è suo cliente. Il veterinario conferma la storia: «Il mio cliente vuole restare assolutamente riservato e non sarò certo io a mancare a questo suo desiderio. Posso solo dire che abita in un paese qui vicino e che si è rivolto a me per via dell’episodio e del cane, perché convocato dalle autorità, come mi ha riferito, proprio in seguito al morso».
Per i cani, così come per altri animali, infatti esiste una documentazione su vaccinazioni e altre norme sanitarie. Pansera ha riassunto nel suo messaggio la vicenda scrivendo: «Ieri (pochi giorni fa ndr) un mio cliente, proprietario di un dobermann, è stato convocato dalle autorità poiché il ladro magrebino che nella notte precedente ha cercato di entrare in casa ed è stato morso dal suddetto cane, ha sporto denuncia e vuole essere rimborsato per il morso subito».
Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi