Il 60% delle case popolari va agli stranieri

case popolariIl 60% delle case popolari disponibili a Crema è stato concesso a residenti di origine straniera: è bastato consultare la graduatoria pubblicata dal comune per scoprirlo. Ne ha parlato Stefano Sagrestano su La Provincia di Crema.

di Stefano Sagrestano

L’ipotesi è che il 60% delle case popolari disponibili per quest’anno — una cinquantina di vani — vada a residenti di origine straniera. Lo conferma la graduatoria del Comune, relativa alle domande ammesse per l’assegnazione degli alloggi ad affitto calmierato. Ne hanno diritto quelle famiglie con redditi bassi e spesso con figli a carico, i cui requisiti economici rispondono alle normative vigenti. Come già negli anni scorsi, le richieste, rispetto alla disponibilità di appartamenti comunali o dell’Aler, sono dieci volte tanto. Circa 500 domande dichiarate ammissibili, a fronte di un numero di abitazioni libere che difficilmente supererà la cinquantina. A questo proposito la disponibilità di alloggi a canone calmierato di proprietà comunale per quest’anno sarà di 20 a canone sociale e di cinque a canone moderato, ossia una quota mensile più alta rispetto alla prima, ma comunque inferiore ai prezzi normalmente presenti sul mercato. Si tratta dello stesso numero di abitazioni affittate dall’ente locale nel 2015, 13 a cittadini di origini italiane e 12 agli stranieri. L’Aler non ha, invece, ancora reso noto quanti appartamenti potrà mettere a disposizione quest’anno.

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi