Provano ad abusarla fuori da centro profughi: ragazza si difende ma viene condannata

stuproUno, nei pressi di un campo profughi, ha avvicinato una ragazza di 17 anni. Poi è scattato il tentativo di stupro. Lei, provando a resistere, ha tirato fuori lo spray al peperoncino, vincendo sul suo aggressore ed evitando il peggio. Ma il giudice ha condannato lei. E’ successo in Danimarca, come raccontato da Il Giornale

Lei ha solo 17 anni, cammina vicino ad un campo profughi e viene aggredita da un uomo. Lui si tira giù i pantaloni, tenta uno stupro gettandola a terra e cercando di spogliarla. Ma lei non ci sta. Tira fuori lo spry al peperoncino e si difende. Vince. Ma solo per poco: dopo qualche giorno, infatti, la polizia l’ha incriminata per l’uso dell’arma (se così si può chiamare). Perché vietata.

La storia, assurda ma reale, è del 22 gennaio scorso e viene dalla Danimarca, riportata dalDailyMail. La 17enne della città costiera di Sonderborg. Probabilmente, per essersi difesa, dovrà pagare 500 Krone di multa. Il portavoce della polizia locale ha detto alla Tv danese Shd: “E’ illegale possedere e utilizzare spray al peperoncino. Per questo probabilmente dovrà pagare una multa. Inoltre, non è chiaro se l’aggressore è un rifugiato oppure no”.

Il caso però ha scatenato furibonde polemiche in Danimarca. Soprattutto dopo le molte segnalazioni da parte di violenze da parte degli immigrati.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi