Erba troppo alta? Fallisce il piano Virginia… Greggi

Avrebbero dovuto tosare i parchi della Capitale secondo il piano preparato dal Sindaco di Roma Virginia Raggi. Ma in realtà sembra che le pecore non ne vogliano sapere di brucare l’erba della città eterna. Come mai? È troppo alta e anche secca. Non si tratta insomma dei bei pascoli delle campagne, dove evidentemente gli ovini avrebbero preferito “soggiornare”.
A raccontare quanto sta avvenendo è stato il quotidiano Roma Today, che evidenzia come a far fallire l’iniziativa sia stato anche il ritardo con cui è stato preparato il bando per gli “ecopascoli”.
L’idea era infatti quella di usare greggi di pecore al servizio della pubblica utilità nei giardini pubblici per tenere bassa l’erba: metodo già sperimentati in altre città europee.
Ma il bando capitolino, scaduto il 29 maggio, prendeva in considerazione il periodo dal 15 giugno al 15 luglio: lasso temporale in cui le pecore avrebbero dovuto “sfalciare” l’erba dei prati, che, come noto ai romani, in quel periodo è piuttosto alta e pure secca. Motivo per cui nessun produttore ha interesse a darla in pasto al proprio bestiame.
Per far tosare i prati quindi ora si fa affidamento alle falciatrici meccaniche messe a disposizione della Coldiretti, grazie a un protocollo firmato dal Campidoglio.
E chissà che il prossimo anno non si punti nuovamente sugli ovini, ingaggiandoli però nel periodo primaverile. Per lo meno così il boccone non sarà indigesto…

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi