Genova, il governo dopo i funerali: avanti con la verifica delle concessioni

Nel giorno dei funerali di Stato per le vittime, vi sono stati anche altri due eventi importanti: il bilancio che si è fissato all’impressionante quota di 43 vittime e la conferenza stampa, probabilmente preparata per giorni con un pool di avvocati (tra i quali, sembrerebbe, c’è anche l’ex ministro Severino) di Atlantia e Autostrade per l’Italia.

Ma nonostante pressioni più o meno evidenti, non c’è stata alcuna deviazione nel percorso verso la verità per il governo Conte, che dopo aver raccolto gli applausi della gente di Genova durante le esequie si è riunito e ha deciso quanto segue: “Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, considerato che dagli accertamenti effettuati dal Dipartimento della protezione civile e dalla Regione Liguria ai fini di una prima valutazione delle risorse necessarie a far fronte all’emergenza determinata dal crollo di un tratto del viadotto Polcevera, noto come ponte Morandi, a Genova, sono emerse necessità ulteriori rispetto a quelle già rappresentate il giorno successivo all’accaduto, ha disposto ai sensi del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, che lo stanziamento di risorse previsto nella prima delibera dello stato di emergenza del 15 agosto scorso sia integrato nella misura di 28 milioni e 470 mila euro, a valere sul Fondo per le emergenze nazionali. La cifra stanziata corrisponde a quella richiesta dalla Regione Liguria al fine di realizzare gli interventi urgenti per la viabilità alternativa, di potenziare il sistema dei trasporti e di individuare sistemazioni abitative per i nuclei familiari che hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni considerate a rischio a causa del crollo. Il Presidente Giuseppe Conte, inoltre, ha svolto una relazione al Consiglio dei Ministri sulle iniziative intraprese dal Governo al fine dell’accertamento della responsabilità del concessionario e delle conseguenze sul rapporto concessorio e sugli obblighi di risarcimento”.

(Foto Palazzo Chigi)

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi