I socialdemocratici europei “preoccupati” da Salvini. Visti i sondaggi, fanno bene…

Fatelo attaccare dalle seconde linee: questo sarebbe il retroscena che arriva dai corridoi di Bruxelles. Laddove nei confronti dell’Italia e soprattutto dell’ala più sovranista del suo governo, impersonata da Matteo Salvini. Una scelta che è mirata ad arginarne il crescente consenso dentro i confini nazionali ma soprattutto la figura fuori di essi, perché proprio l’ammirazione per il leader della Lega dilagherebbe in Europa in questi giorni, facendosi sentire nei sondaggi di mezzo continente a vantaggio delle varie formazione populiste e a spese dei partiti tradizionalmente alla guida dell’Europarlamento, cioè il Ppe e i socialdemocratici.

Proprio questi ultimi ieri hanno mandato il vicepresidente della Commissione Ue, lo slovacco Sefcovic,a lanciare l’ennesimo “allarme Salvini”: “Siamo tutti preoccupati, sono stato molte volte in Italia – ha detto il carneade – e sono sempre rimasto impressionato di quanto questo grande ed importante Paese europeo sia onestamente pro-Ue. Per noi – ha insistito – è davvero una situazione nuova. Dobbiamo assicurarci che in futuro l’Italia torni a essere di nuovo il grande Paese del G7 fortemente pro-Ue”.

Salvini, chiamato in causa, ha dato una chiave di lettura chiara alla mossa comunicativa dei Socialisti & Democratici in vista delle elezioni europee di maggio. “Ennesimo attacco dell’Europa all’Italia – è la replica del ministro dell’Interno – alla Lega e al governo. Adesso si interessano a noi ma per anni gli euroburocrati hanno ignorato le richieste d’aiuto del nostro Paese per fermare gli sbarchi e ci hanno rifilato 700mila immigrati. Farebbero meglio a chiedere scusa e a tacere”.

La sensazione è comunque che sia una strategia dal fiato corto, quella messa in atto a livello comunicatico dall’Europa contro Salvini. Piazzare candidati in lista in ogni Paese dell’Unione potrebbe non essere facile per i partiti tradizionali. Sarebbe una rivoluzione senza precedenti nell’ovattato mondo di Bruxelles.

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi