Immigrazione: grandi manovre in Europa, Salvini tende la mano all’Austria

Situazione fluida sulle politiche per i migranti in Europa. Fin troppo. La notizia del giorno è che un vertice straordinario e informale ristretto sulla gestione dei migranti si terrà a Bruxelles domenica per preparare il Consiglio Europeo del 28 e 29 giugno prossimi.

Un annuncio ufficiale dovrebbe arrivare nelle prossime ore. Al vertice, secondo quanto si è appreso, è prevista la partecipazione dei leader di Italia, Francia, Germania, Spagna, Grecia, Bulgaria e Austria. Fin troppo evidente che si tratta della chiamata di Angela Merkel, messa alle strette sul piano stesso della sua maggioranza di governo dall’ultimatum della Csu, costola bavarese del partito della Cancelliera (Cdu).

La Merkel nei giorni scorsi ha incontrato prima il premier italiano Conte, poi per l’ennesima volta il presidente francese Macron. Il tema comincia ad essere quello dei respingimenti dei migranti economici, sulle modalità dei quali si stanno facendo le più disparate ipotesi, non senza sgradevoli sorprese per gli Stati “di confine” come Italia e Grecia. Ma Matteo Salvini è pronto a giocare le sue carte con altri partner europei, non a caso il ministro dell’Interno incontrerà proprio oggi alle 16 al Viminale il suo omologo austriaco Herbet Kickl e il vice Cancelliere e ministro della Funzione pubblica e dello Sport Heinz Christian Strache. Al termine dell’incontro si terrà una conferenza stampa.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi