In Francia è di nuovo rivolta nelle banlieue

È altissima la tensione a Nantes, nell’ovest della Francia, dopo l’uccisione di un ragazzo di 22 anni da parte di un agente durante un controllo di routine. L’episodio ha scatenato la rabbia, con giovani dimostranti che, armati di bombe molotov, hanno dato alle fiamme alcune auto e parte di un centro commerciale durante la notte. Col sorgere del sole la situazione stamane era di calma apparante ma si faceva la conta dei danni in almeno tre quartieri, tutti sobborghi ad altissimo tasso di immigrazione.

Secondo una prima ricostruzione fornita dalle autorità, il ragazzo è stato colpito da un proiettile sparato da un agente durante il controllo. L’organismo di vigilanza della polizia francese ha annunciato di aver aperto un’inchiesta per accertare le responsabilità e la dinamica dell’uccisione. Il capo della polizia di Nantes, Jean-Christophe Bertrand, ha detto che alle 20:30 di ieri è stata fermata l’auto del giovane. Gli è stato chiesto di seguire gli agenti per essere identificato e lui sarebbe invece partito in retromarcia investendo un agente, rimasto ferito in modo lieve. “Uno dei suoi colleghi ha aperto il fuoco, colpendo il giovane, che sfortunatamente è morto”, ha detto Bertrand.

Intanto, si teme che la rivolta da Nantes possa incendiare il resto della Francia, già in passato scossa da scontri di questo tipo nelle sue banlieue. Per Macron un’altra roventissima patata, per il modello multiculturale francese l’ennesima crepa su un’immagine già incrinata.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi