Mafia, traffico d’armi e di clandestini: sgominata banda

Mafia, traffico d’armi, organizzazioni criminali balcaniche, jihadismo. Di tutto un po’ in un cocktail che definire esplosivo è gioco di parole fin troppo semplice. La banda aveva base a Palermo con ramificazioni in tutta Italia e nei Balcani. Composta da 17 persone, era in grado di contrabbandare armi da guerra e sigarette, ripuliva il denaro sottratto con le “spaccate” ai bancomat, riciclando diamanti e oro, trasportava migranti dai Balcani fino in Svizzera o li facevano arrivare in Sicilia con regolare permesso di soggiorno, grazie a finte società create a Palermo. A sgominare il traffico i carabinieri, che hanno ricevuto il plauso del ministero dell’Interno, Matteo Salvini.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi