Roma: le lacrime di San Lorenzo per Desiree. E Salvini sfida i centri sociali

Una ragazza di sedici anni drogata, violentata e (forse) uccisa in uno stabile occupato. E la reazione dei “ragazzi” dei centri sociali è quella di porsi militarmente a difesa del degrado in cui si crogiolano durante le serate da nullafacenti. La marcia di San Lorenzo di Matteo Salvini di questa mattina segna un cambio di paradigma, probabilmente, del ministro dell’Interno. Che davanti a questo caso, così drammaticamente simile a quello di Pamela Mastropietro, non ha esitato a recarsi in mezzo a chi non vedeva l’ora di contestarlo.
“Avrei voluto lasciare una rosa rossa se quegli imbecilli fossero stati altrove” ha detto il ministro dell’Interno, mentre gruppi di residenti lo invitavano a ripulire il quartiere ostaggio della presunta “movida” dietro la cittadella universitaria, fatta di spaccio e occupazioni abusive. Non è mancata la violenza da parte dei soliti noti dei centri sociali, che hanno addirittura cercato di aggredire fisicamente.
Ma il titolare del Viminale ha ormai messo questo quadrante di Roma nel mirino: “Vengo da ministro e non da osservatore, per riportare legalità e tranquillità non solo qua”, ha detto Salvini a San Lorenzo. “Ereditiamo anni di nulla se non di complicità – ha aggiunto – vedremo di intervenire con la mano pesante. A Roma, come nel resto d’Italia, avremo presto un piano straordinario di sgomberi”. Ha poi aggiunto il ministro dell’Interno: “Non solo San Lorenzo ci sono situazioni incredibili a Roma, questo immobile è stato sgomberato sette volte ma non è solo questione di ordine pubblico, se sgomberi e la proprietà non fa nulla”. Salvini ha quindi precisato che verrà usato il pugno di ferro, che “vuol dire non tollerare che ci siano milioni di occupazioni abusive. E agli spacciatori faremo del male, faremo rispettare le regole”.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi