Trump? Il più onesto presidente della storia moderna. Parola del Washington Post

Non v’è da credere ai propri occhi, leggendo l’articolo pubblicato sul Washington Post online, a firma di Mark A. Thiessen. Eppure è proprio così: Trump potrebbe essere o risultare il presidente USA più “onesto” o se vogliamo essere più precisi, “leale” della storia moderna americana.

Il giornalista, che certo non può essere definito un trumpiano, ammette che, nonostante Trump menta per quanto riguarda la riforma fiscale e l’idea che l’economia americana non sia mai stata forte come ora, quello che ha promesso durante la campagna elettorale, ha mantenuto. Affrettandosi a precisare, nel bene e nel male.

Insomma, Trump pare sia l’esempio da portare quando si vuole parlare non di politici ciarlatani, che promettono invano per catturare il consenso, ma di politici che quello che promettono realizzano. E via dunque una sequela di esempi, che dimostrano effettivamente che il Presidente USA sta realizzando quello che aveva promesso durante le presidenziali.

Rari, sottolinea Thiessen, i casi in cui il Presidente ha fatto marcia indietro su una promessa elettorale. E cita il mancato ritiro dell’esercito USA dall’Afghanistan (con sua soddisfazione, una decisione corretta), precisando che l’onestà di Trump è certamente a suo favore. Thiessen infatti rimarca che a differenza del suo predecessore (Obama), l’attuale POTUS non ha superato il suo personale traguardo legislativo sulla base di una bugia – che chiaramente è peggio che vantarsi falsamente che il taglio delle tasse sia il più grande mai fatto.

Insomma, anche in USA, il giornalismo più ostile a Trump è costretto a dare atto che forse il presidente USA non è poi così malaccio. Si possono condividere o non condividere le sue scelte politiche, ma è chiaro che egli è tutto fuorché un marinaio che fa promesse vane, come, del resto, era stato dipinto durante la campagna presidenziale, proprio da chi oggi è costretto a fare una mezza marcia indietro.

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi