GIUSTIZIA PER FRANCESCO CECCHIN: DUE DOCUMENTI MILITANTI A DISTANZA DI 40 ANNI

Nel 1979 quando le coperture politiche cercarono di nascondere le responsabilità degli attivisti comunisti nell’omicidio di Francesco Cecchin, i militanti del Fronte della Gioventù ristabilirono la verità con un opuscolo di controinformazione che fu la base per l’apertura delle indagini e per ottenere, se non la condanna dei colpevoli, almeno l’accertamento processuale della realtà dell’omicidio. Un gruppo di ragazzi si dimostrò più forte della propaganda di regime.
Oggi, 40 anni dopo, quegli stessi militanti hanno scritto un nuovo documento che denuncia una situazione intollerabile: nonostante tutte le evidenze dei fatti l’omicidio di Francesco rimane impunito. Ma le responsabilità politiche sono chiare: l’apparato del PCI, in un momento di potere rappresentato dai governi di solidarietà nazionale, coprì i propri attivisti responsabili dell’aggressione. Il nuovo vestito istituzionale dei comunisti non poteva essere macchiato dalla violenza territoriale dell’antifascismo militante.

 

Clicca sui documenti qui sotto per leggerne il contenuto

DOSSIER CECCHIN 1979

dossier cecchin 2019

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi