La Terra dei Fuochi è scomparsa dall’agenda di Governo

“Prendiamo atto che il contrasto alla Terra dei fuochi e ai relativi fenomeni che hanno contribuito a martoriare un territorio siano completamente scomparsi dall’agenda di governo, agli spot, le conferenze stampa celebrate a livello nazionale e sui territori nulla fino ad ora è stato realizzato, è stato redatto un Patto siglato da governo e regione ma fino ad ora questo patto è rimasto solo sulla carta, il rimpallo tra Ministeri competenti e regione Campania è indegno e nel frattempo i cittadini sono abbandonati al loro destino.

Ci sono soldi stanziati, al Ministero dell’ambiente, da tre anni al Ministero dell’agricoltura decine di milioni di euro destinati alle bonifiche che ancora non sono stati destinati al territorio, e non si comprende cosa si stia aspettando, chi abita in quelle zone sa perfettamente che ormai non si può neanche più respirare senza avvertire olezzi nauseabondi, chiediamo quindi che il governo cambi passo e invece di perdere tempo a spartirsi nomine e a inventare nuove tasse trovi il tempo di avviare un’opera di bonifica e di risanamento ormai improcrastinabile”
E’ quanto dichiara Marco Cerreto, segretario del Movimento Nazionale per la Sovranità.

Pubblicità
Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi