L’orgoglio italiano è sceso in piazza

Più sicurezza, no immigrazione, no ai porti aperti.

Quella di oggi è una piazza che guarda al futuro

ha detto Matteo Salvini parlando da leader. Perchè la consacrazione di Piazza San Giovanni è stata questa. Il leader della Lega, insieme a Giorgia Meloni e a Silvio Berlusconi ha lanciato la sfida a questo governo che altro non ha fatto sino ad ora se non portare più sbarchi e più morti.

Al governo abbiamo gente con le mani sporche di sangue, l’unico modo per far ripartire questo Paese e dare speranza ai nostri figli è abbassare le tasse a chi lavora e a chi produce

Non manca l’attacco a Virginia Raggi e a Nicola Zingaretti

Due incapaci che si mettono insieme non fanno un buon sindaco e un buon governatore

E’ il primo passo, lo ripete Salvini con la mano sul cuore e lo sguardo a quella piazza che dopo 13 anni il centrodestra riempie di nuovo. La strada è quella giusta.

 

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi