Qualità della vita a Roma: con la Raggi il minimo, con Alemanno il massimo

L’Amministrazione Raggi la peggiore degli ultimi 12 anni nel voto dei romani sulla qualità della vita nella Capitale, quella di Alemanno la migliore, superiore anche agli ultimi anni di Veltroni. È quello che salta agli occhi leggendo il rapporto annuale presentato oggi dall’”Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali di Roma capitale”, l’agenzia ufficiale indipendente competente per questi controlli.

Va notato che i dati diffusi da questa Agenzia derivano dal voto che i romani danno – attraverso sondaggi ufficiali – sulla qualità di tutti i servizi offerti dal Comune di Roma, che poi vengono riassunti nella tabella sulla “Qualità della vita” che qui pubblichiamo.

Sono quindi i romani a dire che il voto massimo (6,3) nella qualità della vita a Roma è stato raggiunto nel 2012, ultimo anno interamente amministrato dalla Giunta Alemanno. Non solo: tutti gli anni del governo di centrodestra sono stati superiori sia quelli di Veltroni che, ancor più, a quelli di Ignazio Marino e di Virginia Raggi. Il Sindaco in carica rimane inchiodata ormai da due anni al voto 5,3, dopo aver toccato la punta minima di 5,1 nel 2016.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi