Totalitarismo o Italexit (parte seconda): l’avvento del capitalismo della sorveglianza

Arrendersi è un’opzione che non possiamo contemplare!”

Ricordatevelo sempre, altrimenti ciò che leggerete, potrebbe farvi cadere le braccia e abbattere il vostro morale.

Il Governo Conte, quello che “opera col favore delle tenebre” ed è commissariato dal Governo Colao, è pronto per farci adottare l’app Immuni. L’App che dovrebbe servire per tracciare i contatti di chi sarà riscontrato positivo ai controlli per il Covid-19.

Perché questa folle accelerazione verso l’impiego di un’App informatica?

Al di la di quanto vogliono farvi credere essa rientra nel quadro delle infrastrutture tecniche che i globalisti, quelli del Nuovo Ordine Mondiale:

Intendono mettere in piedi grazie al 5G.

I costosissimi investimenti per la realizzazione della rete 5G e delle App varie difficilmente possono essere ripagati dal privato cittadino con servizi a pagamento, pertanto il denaro investito va restituito con…..noi! Noi siamo il prezzo da pagare per l’impiego di App gratuite.

Sebbene si sia portati a pensare che 5G e App si rivolgano contro l’uomo a mezzo microchip, destinatari principali di questa tecnologia sono le cose che ci circondano. Il business non sarà realizzato con gli smartphone ma con prodotti resi intelligenti e capaci sia di agire (a distanza) che di dialogare. Miliardi di dispositivi intelligenti dislocati in ogni parte del mondo parleranno tra loro e potranno trasferire, su richiesta, tutte le informazioni che servono a chi le desidera. Anche se noi non avremo accettato alcuna App e avremo detto di no a qualunque schedatura, saremo perfettamente controllabili poiché vivremo dentro una matrix.

Supponiamo che una delle poche aziende Globaliste, rimaste in piedi a progetto compiuto, abbia un temporaneo calo delle vendite, gli sarà sufficiente ordinare da remoto ai prodotti intelligenti di simulare un guasto che subito si rendono necessari milioni di pezzi di ricambio sul mercato globale; ecco che il budget commerciale di fine mese sarà facilmente raggiunto. Anche questo è marketing!

Non pensiate che ciò non sia già realtà. Molte aziende inseriscono sistemi di comando a distanza per prevenire il mancato pagamento da parte del cliente finale di prodotti tecnologici, in modo da ottenere il pagamento anticipato dell’intervento di assistenza (e il saldo del bene acquistato) prima che esso avvenga e si sblocchi il comando a distanza che rende inutilizzabile il prodotto venduto. E sto parlando di piccole aziende italiane di mia conoscenza!

Chiaro che le micro, le piccole e le medie imprese italiane, piegate da un mese di lockdown, già commercialmente debilitate per le difficoltà legate alla marcatura CE (sempre più in mano ad imprese di rilevanza mondiale), vedendo scomparire il mercato di prossimità e l’intera domanda interna del paese, non potranno mai risollevarsi e vedere la luce in fondo al tunnel.

Il sistema economico italiano, che non ha ancora assorbito il blocco della produzione di Aprile, deve fronteggiare anche a Maggio una domanda molto fiacca, sia per i beni di consumo che per quelli industriali.

Scrive Confindustria sul suo sito:

“Produzione industriale italiana in calo di oltre il 50% in marzo e aprile. Una caduta senza precedenti”.

Ovvio che la combinazione lockdown-ict accelererà enormemente il processo di concentrazione del capitale:

https://scenarieconomici.it/concentrazione-di-capitale-finanziario-ed-industriale-aziende-e-banche-global-parte-prima_dove_siamo_oggi/

https://scenarieconomici.it/concentrazione-di-capitale-finanziario-ed-industriale-multinazionali-global-e-grandi-banche-seconda-parte/

Attenzione, non dovete credere alle promesse del pinocchio Conte, anche i soldi dell’Ue, quelli del Recovery Fund tanto per intenderci, quelli che non sono un prestito, ma andranno comunque restituitia rate e con gli interessi (forse non finanziari ma sicuramente commerciali), non andranno alle PMI poiché quando concessi, dovranno esser investiti in Intelligenza Artificiale e 5G (di Colao and Friends e cinese), come ben spiega l’Ansa il 13 maggio 2021: “Un nuovo strumento di ripresa che sarà creato per finanziarie negli Stati investimenti pubblici e riforme chiave allineati con le politiche UE”. Questo non è altro che l’arcinoto TRACE ACT, formalmente noto come COVID-19 Testing Reaching And Contracting Everyone Act.

In forza di quest’atto, diventa obbligatorio il test al Covid-19 e i governi hanno “Carte blanche” per irrompere nelle case, rimuovere e porre in quarantena chiunque sia positivo al test.

Alla luce di quanto si scopre col Palamaragate, chissà che fine farebbe quel povero Cristo che, nel suo piccolo, fosse ritenuto dal governo autoritario una sorta di Matteo Salvini in provetta!

Il lockdown gestito da Conte rappresenta per questi il suo miglior biglietto d’ingresso verso la grande finanza mondialista, sta letteralmente regalando loro il nostro oro, specialmente le località turistiche in cui le attività stanno lentamente morendo una a una. Vi ricordo che quelle attività erano duramente impegnate nel combattere la Direttiva Bolkenstein. Per questo Conte, probabilmente, ha lasciato che Luigi Di Maio e il PD accontentassero i cinesi senza chiudere porti e aeroporti in piena pandemia Wuhan e fosse lanciato l’hashtag “Abbraccia un Cinese”, per far commissariare l’Italia da Gates, via Colao, e avviare il piano delle élite di realizzazione governi autoritari sudditi dell’Onu in tutto il mondo.

Tali Governi spianeranno la strada alle aziende globaliste che principalmente agiranno nel corso dei decenni per mezzo della triade, Big Tech; Big Science; Big Pharma: 5G, App, Smart Cities, Domotica e Vaccini!

Per inciso, non pensiate che la Cina di Xi-Jinping sia assolutamente estranea al tutto. Xi era e rimane un buon alleato, quale Imperatore, di Putin e Trump, ma il CCP (China Communist Party) opera assieme ai globalisti e vede di buon occhio l’intero progetto quale lasciapassare per la concretizzazione della Via della Seta. A tal proposito:

  • La Cina è entrata in partnership con Bill Gates sul progetto di Identità Digitale basato sul microchip prodotto da Microsoft (vedi “La Cinesizzazione cibernetica seguendo il Bill Gates-pensiero” di Ruggiero Capone). Cina e M5S sono appoggiati in pieno, sia per quanto concerne il concetto di democrazia, sia per la gestione finanziaria, dalle politiche di Microsoft e sono pronti per generare un mondo a dimensione dei ragazzi che sognano il Grande Fratello: una società cinesizzata dove loro rappresentano la Casta d’intoccabili destinati a regnare sulle macerie di quello che una volta era un vero paese sovrano;

 

  • Conte sul 5G cinese ha pure mentito a Trump, arrivando a sostenere che nei suoi colloqui con lui non abbiano mai affrontato tale problema (quando invece gli americani avevano annunciato al mondo l’esito positivo dei colloqui con Italia sulla complessità rapporto Italia-Usa per basi Nato in caso di adozione del 5G cinese).

Arrendersi è un’opzione che non possiamo contemplare!

 

L’élite a capo delle aziende Globaliste ha pianificato di agire tramite l’Onu e tutte le altre Organizzazioni Sovranazionali. Il loro progetto, secondo fonti americane (Anonimous) sarebbe partito proprio dall’Italia verso fine gennaio 2020.

Tale piano era inserito nel documento “Scenario per il futuro della tecnologia e dello sviluppo internazionale” della Rockefeller Foundation, dove a pagina diciotto si prevede lo scenario attuale:

  • Lockdown;
  • A world of tighter top-down government control and more authoritarian leadership.

Conte non ha forse agito in modo autoritario?

Pensate, in Ungheria chi è additato come il tiranno più pericoloso al mondo, il 16 maggio ha dichiarato la fine dell’emergenza in Ungheria e i pieni poteri avocati a sé hanno avuto immediata fine. Invece in Italia il progetto di leadership autoritaria ancora procede spedito fino al 30 luglio 2020 e se non fosse stato per il Quirinale, si sarebbe protratto fino a fine gennaio 2021, con tutte le conseguenze del caso.

Per conto di chi?

I Gates, padre e figlio, non erano forse in affari storicamente con i Rockfeller?

Bill Gates è l’attore numero uno sulla scena mondiale, poiché, come denuncia su Children’s Health Defense Robert F. Kennedy Jr. “How Bill Gates Controls Global Messaging and Censorship”. Egli ha fatto assumere a Facebook e Google dei “Factchecker” che censurino la “disinformazione”, specialmente sul vaccino (e ovviamente il 5G).

Nella nuova Khanbaliq [grande capitale imperiale], non comanda il popolo italiano, bensì quei globalisti di Onu, dell’Oms e le Fondazioni dei Filantropi.

Vi ricordo che il sistema della filantropia è incompatibile con la tradizione e con il Cristianesimo, la carità non crea commissioni, non partecipa a riunioni non distende risoluzioni. Le radici della filantropia risiedono nel rifiuto della carità e di essa si veste oggi il suo avversario principale.

Chiaramente, l’opzione Pandemia è sempre stata la prima opzione dei nostri amati filantropi.

“Una piccola pandemia permetterà di instaurare un Governo mondiale” (J. Attali).

Tutto appare ancor più chiaro se prestiamo attenzione alle parole pronunciate da Aldous Huxley nel 1931 sul suo libro distopico “Brave New World”: “We are seeing in real time the emergence of a global, technocratic superstate of wich pharmaceutical companies play a critical important role” [“Stiamo vedendo in tempo reale l’emergere di un superstato globale e tecnocratico di cui le aziende farmaceutiche svolgono un ruolo cruciale importante”].

Il problema per i globalisti a questo punto sono i movimenti anti-vaccini. Nel pezzo “Anti-vaccine movement might undermine pandemic efforts” su Nature, Philipp Ball afferma che gli sforzi pandemici potrebbero essere compromessi dal suddetto movimento. Il rischio che egli vede è che gli effetti della Pandemia si esauriscano presto compromettendo la vendita del vaccino futuro. Egli intravede come unica soluzione, ancora una volta, l’instaurazione di un governo autoritario che obblighi i cittadini forzosamente a vaccinarsi.

Capite? Tra Pandemie, Governi autoritari, manufatti intelligenti e Direttive Comunitarie (Marcatura CE) o sovranazionali, non abbiamo più scampo.

Infatti, la paura scatenata dalle morti segnate tutte per Pandemia, unitamente a modelli di proiezione difettosi, ha generato il più grande collasso economico mondiale che si ricordi, persino peggiore di quello del 1929.

In Italia l’Inps ha conteggiato in aprile ore di cassa integrazione pari al monte ore di tutto il 2009!

E tutto è nato da modelli assolutamente sbagliati, ovunque, e da probabili manipolazioni finalizzate alla concretizzazione di una rapida pandemia!

D’altronde, l’Institute for Health Metrics and Evaluation (USA) che ha prodotto il modello predittivo errato di Fauci è sponsorizzato dalla Gates Foundation.

Inoltre, come riporta il sito Comedonchisciotte.org, un team di scienziati australiani ha scoperto che COVID-19 è stato creato in laboratorio, presumibilmente gestito a Wuhan, perché hanno prove di un inequivocabile intervento umano finalizzato a specializzarlo nella penetrazione delle cellule umane.

Serviva dunque “Big Science” (in mano a fondazioni di filantropi) per imprimere accelerazione a “Big Pharma” e “Big Tech” e distruggere così l’esistente.

Il Culto del Progresso ha finalità di distruzione e ricostruzione con moto perpetuo (Solve et Coagula). Lo Gnosticismo dei Progressisti è molto concentrato sulla dematerializzazione e la rete internet rappresenta il massimo della dematerializzazione e, al contempo, la massima forma di arricchimento dell’essere: l’unione d’individui non corporei con le informazioni che da sempre sono non corporee. In ogni istante, tutti gli individui conosceranno tutto.

Arrendersi è un’opzione che non possiamo contemplare!

Tutto è perduto?

Non è detto!

Pensate forse che le intercettazioni del Palamaragate, di cui da moltissimo tempo conoscevamo i contorni, stiano uscendo per puro caso?

Ritenete che quell’unico atto col quale il Quirinale ha stoppato il perdurare dello stato di Polizia contiano sia un caso?

Nulla è per caso, la resistenza è in atto ed opera da molti, moltissimi anni.

La guerra di Trump si è spostata da anni sul territorio italiano e la resistenza italiana è partita dalla Certosa di Trisulti, ufficialmente scuola di formazione della nuova classe politica italiana, gestita da Steve Bannon, probabile sede in Italia della NSA.

Non è un caso se in questi giorni escano importanti informazioni su giudici e giornalisti, due giorni prima del dibattito in Senato del caso Salvini, non è un caso se Mike Pompeo telefona al Ministro Di Maio per bloccare Huawey e 5G cinese sul territorio italiano (pieno di basi Nato). Peccato che il Segretario di Stato riesca ad ottenere solo un pieno appoggio sulla questione Taywan ma nessuna rinuncia, solo e soltanto 5stelle, circa le infrastrutture tecnologiche cinesi, sia poiché la Cina sposa perfettamente l’idea Grillina di intoccabile casta politica, che ambisce a rimanere al suo posto anche a costo di creare un regime totalitario, sia come insieme di occasioni B2B (business-to-business) per quando Di Maio non sarà più Ministro. Luigi Di Maio non intende affatto rinunciare a Huawey e 5G cinese ed ha pertanto chiuso la porta a Trump. Questa svolta segna il suo ufficiale smarcamento dalla politica vincente: la rimonta sovranista.

La guerra, come capite bene, non è più Lira contro Euro, Italia contro Francia e Germania, la guerra è sul piano del controllo globale del pianeta, miliardi di esseri comuni contro un manipolo di “Uomini di Volontà e Potere”, i loro servi sciocchi, e le loro enormi possibilità economiche.

Ad maiora

Pubblicità

 

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi