Il 2020 sarà l’anno del Sovranismo

Ascoltando tutti i commenti di inizio d’anno degli intellettuali e dei politici di regime emerge un solo tema: la paura della crescita del Sovranismo in Italia e in Europa.

Ma quello che per loro è uno spettro, per noi e per tutti gli Italiani è una speranza. La speranza di liberare l’Italia da una condizione di colonia, di tornare a creare lavoro e sviluppo, di frenare il dominio dei mercati e della finanza globale. Questo è il “sovranismo delle identità e dei bisogni” (come lo definisce Paolo Becchi) che può finalmente vincere, oltre ogni demonizzazione e ogni anatema.

Non sarà una strada facile. La terribile scelta di Donald Trump di eliminare il Generale Soleimani ci dimostra quanto è complesso e difficile il percorso che dobbiamo affrontare, non solo per le trappole create dall’Unione europea e per la disarmante pochezza di chi oggi regge il Governo nazionale.

Ma dobbiamo avere coraggio. Le vicende passate del centrodestra italiano ci dimostrano che non sempre (anzi!) la strada della prudenza e del compromesso è quella più sicura. Non dobbiamo improvvisare avventure, ma dobbiamo sempre avere ben chiaro che i problemi e i drammi del popolo italiano derivano da una condizione di sottomissione in cui la nostra Nazione vive ormai da troppi anni. Per cui non c’è possibilità di uscire dalla nostra crisi e dal nostro declino se non ci si misura in modo serio con questo problema fondamentale.

Certo, bisogna essere puri di cuore. Quando si intraprendono strade irte e difficili non si possono portare zavorre sulle spalle. Non si può cadere ancora nei vecchi errori del personalismo e del settarismo, non si può vivere di slogan elettorali senza costruire un forte e serio programma di governo.

Insomma bisogna fare i rivoluzionari, non i politicanti. Ed è questo il migliore augurio che possiamo fare a tutti i sovranisti italiani.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi