In vista dell’Eurogruppo i tedeschi gettano la maschera

Riprende oggi pomeriggio, alle 17, l’Eurogruppo che dovrà decidere sugli aiuti per fronteggiare la pandemia coronavirus. Germania e Francia si sono ricompattate e stanno forzando per un’intesa, ma resta il blocco olandese che non vuole gli Eurobond e il Mes senza condizioni. Il Parlamento olandese ha intanto approvato nella serata di ieri due risoluzioni che esortano il governo a non accettare gli Eurobond e a tenere il punto. Le mozioni non sono vincolanti ma danno un chiaro indirizzo politico in vista della riunione dell’Eurogruppo.

Ma in vista di questo appuntamento i tedeschi, che fino ad ora si sono nascosti dietro i veti olandesi, gettano la maschera.

Poco dopo l’apertura del Der Spiegel agli Eurobond (e l’attacco della rivista ad Angela Merkel) è stato il giornale conservatore Die Welt ad attaccare a testa bassa: il quotidiano dice in modo netto “no” agli eurobond. Il problema è però come viene argomentato, quel “no”. “In Italia – si legge – la mafia aspetta soltanto una nuova pioggia di soldi da Bruxelles”. E ancora, si legge che “gli italiani devono essere controllati” dalla Commissione europea e “devono dimostrare” di sospendere gli aiuti esclusivamente per l’emergenza sanitaria. Die Welt poi si interroga: “Fino a che punto deve arrivare la solidarietà finanziaria tra i 27 Stati membri?”

Questa è l’Europa che fino a ieri entusismava liberisti e progressisti italiani.

Pubblicità
Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi