Le “mascherine tricolori” si riappropriano del diritto di protestare in piazza

“Questa è una protesta pacifica, ma determinata. Nel pieno rispetto delle distanze, con la ferma volontà di non mettere a rischio la salute di nessuno. Siamo qui oggi per compiere un atto di libertà, per dimostrare che, nonostante il clima di terrore instaurato, esistono degli italiani che non si arrendono. Per ribadire che questa situazione è figlia degli errori di chi governa, non certo dei cittadini, che fino ad oggi si sono comportati in maniera esemplare.” Con queste parole inizia il documento che le “mascherine tricolori” hanno letto in tutta Italia durante delle manifestazioni di piazza, organizzate come dei flash mob rispettosi delle distanze di sicurezza per il Coronavirus.

Da Roma (tre piazze) a Milano, a Napoli, a Rieti, in tante città italiane, giovani e meno giovani con le mascherine tricolori, trasformate da strumento di protezione sanitaria in bandiera politica,  si sono schierati a distanza di sicurezza mentre uno di loro, armato di megafono, scandiva il documento che sotto vi riportiamo.

L’intenzione è ripetere ogni sabato queste proteste pacifiche e tutto lascia pensare che, settimana dopo settimana, il numero dei partecipanti aumenterà esponenzialmente.

Dopo la manifestazione davanti a Palazzo Chigi dei parlamentari di Fratelli d’Italia, questa iniziativa ha il grande merito di portare in piazza le persone normali e i militanti, per alimentare un’opposizione antagonista a un governo che sta progressivamente prendendo una brutta deriva anti-democratica, senza per altro risolvere nessuno dei problemi legati all’emergenza.

Altro grande merito di questa iniziative è quello di non essere timbrata da una sigla, ma di essere aperta a tutti coloro che vogliono partecipare e si ritrovano nelle parole del documento, iscrivendosi al gruppo Facebook appositamente costituito. È il segnale che l’Italia non si piega, non solo negli ospedali dove si combatte la battaglia sanitaria, ma anche nelle piazze dove si deve combattere la battaglia politica.

Proclama delle mascherine tricolori

Per chi ne volesse sapere di più questo è l’indirizzo Facebook:

https://www.facebook.com/mascherinetricolori/

Pubblicità
Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi