Nulla sarà più come prima

L’emergenza Coronavirus segna lo spartiacque tra due epoche. In queste giornate di attesa nelle nostre case (per chi ha finalmente compreso la necessità della quarantena) e di martellanti notizie sparate sui media, forse non ce ne stiamo rendendo conto. Ma nulla sarà più come prima.

Nessuno potrà più raccontarci che la Globalizzazione è il progressivo avvento del Paradiso in terra, che l’Unione Europea è la salvezza per noi Italiani e che il libero mercato risolve ogni problema.
Abbiamo scoperto (ma noi sovranisti lo dicevamo da tempo) di essere soli in mare aperto, senza uno Stato in grado di difendere gli interessi il nostro popolo, senza quella sovranità economica che è la premessa necessaria per tutelare i diritti sociali (a cominciare dal diritto alla salute) di tutti i cittadini.

Queste sono solo le premesse: in realtà, prima ancora della politica e dell’economia, sta andando in crisi un modello di vita e di società. L’esasperato individualismo, il materialismo consumistico, la cultura dello sballo con cui ci siamo progressivamente anestetizzati, non reggono più. Come nei film di fantascienza – tra tutti l’indimenticabile Matrix – dobbiamo svegliarci da un sogno narcotizzato per riprendere l’uso dei nostri muscoli e delle nostre menti. E per riscoprirci Comunità, non comitive attorno ad un aperitivo.

Speriamo che tutto questo sventolio di Tricolori, questi inni nazionali cantati dai balconi, gli splendidi esempi di altruismo delle donne e dagli uomini in prima linea sul fronte dell’emergenza, non siano soltanto residui romantici del passato, ma le prime luci di una nuova alba.

Di una nuova epoca in cui parlare di comunità nazionale non sia solo un esercizio retorico.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi