Quattro chiacchere con l’editore…

Marco Matteoni, noto imprenditore romano ed editore di Qelsi in questa intervista ad ampio raggio sul panorama nazionale ci dà il suo punti di vista sulla situazione del Paese e su quella capitolina

Dott. Matteoni, domenica prossima ci saranno le elezioni regionali in Emilia-Romagna e in Calabria, secondo lei quale sarà il responso?
Il responso lo ritengo già scritto: una vittoria del centro destra che darà respiro e sfogo a quell’Italia che non si sente più rappresentata in Parlamento.

Nel caso di vittoria del centro destra crede questo governo cadrà?
Qui bisogna dare il vero significato al senso di dignità. Oggi dignità, etica, rispetto sono concetti messi scaltramente nel dimenticatoio. Credo opportuno che il governo dovrà prendere atto di una eventuale sconfitta e comportarsi di conseguenza.

Considera possibile l’ipotesi, sempre in caso di vittoria sovranista, di un rimpasto al governo pur di scongiurare il voto?
Sarebbe l’ennesima figura ignobile che farebbe l’Italia. Ma vogliamo renderci conto che a livello mondiale ci chiamano solo per folklore o per far numero? Ormai forse solo il Burundi ci accoglierebbe con gli onori che ci spetterebbero.

Meloni e Salvini insieme sarebbero in grado di dare un Governo stabile al Paese?
Sono chiaramente in grado di governare, ma soprattutto di dare un significato non ludico al concetto di Governo. Spero che i personalismi e certi consiglieri vecchi e vetusti non inquinino i presupposti che sembrano ottimi.

Parliamo della Capitale: da imprenditore come vede la situazione romana?
Aiuto si salvi chi può! Ormai gridano in molti. Le associazioni di categoria sono al collasso, Confindustria ha presentato una sorta di Chapter 11, i presidenti sono ormai dei lupi che abbaiano alla Luna. Noi imprenditori cerchiamo di sopravvivere e a fatica.

La Raggi è stato un buon Sindaco fino ad ora?
La Raggi??? Ma chi Raffaele la tennista? Beh si è stata una buona giocatrice. A parte gli scherzi direi…..non pervenuta. Quando può faccia una passeggiata romantica allo zodiaco e guardi Roma, non vedrà una gru neanche a pagarla. Roma ormai è in coma irreversivile.

Di che partito sarà il prossimo sindaco Capitolino?
Qualunque sia (io mi auguro di destra) l’importate è che Roma venga guidata da un partito vero. Che abbia degli assessori, dei responsabili, dei decisionisti. Il tempo di Corrado Mantoni con i suoi dilettanti allo sbaraglio mi auguro sia finito.

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi