“Sovranismo. Le radici e il progetto” il libro comunitario curato da Gianni Alemanno

Questo libro – dedicato a Giano Accame e Beppe Niccolai, definiti come precursori del sovranismo italiano – nasce da un Seminario dal titolo “Le chiavi di casa, definire il sovranismo” organizzato a Frascati nell’ottobre 2018 dal Movimento Nazionale per la Sovranità (MNS).

Il curatore del libro Gianni Alemanno, con un lavoro durato poco meno di un anno, ha raccolto 38 relazioni scritte da 47 autori che applicano i principi sovranisti ai diversi campi della vita politica, sociale e culturale.

Una vera e propria “enciclopedia del sovranismo” che, dopo la relazione introduttiva dello stesso Alemanno e la prefazione del Prof. Marco Gervasoni, raccoglie gli interventi di noti intellettuali, di professori universitari, di giornalisti e di militanti in prima linea nella lotta politica, presentandosi come un’opera comunitaria realizzata a più mani per spiegare il senso di un movimento politico epocale.

Il libro rappresenta una risposta a tutte le forme di demonizzazione del sovranismo costruite dall’ideologia dominante: definisce il sovranismo senza cadere nell’estremismo verbale e nell’avventurismo politico, coniuga i principi del sovranismo e dell’identitarismo con i diritti dei popoli e i valori universali della persona umana,  e quindi contrappone il sovranismo ad ogni forma di nazionalismo, xenofobia e totalitarismo.

Il sovranismo, secondo le relazioni del libro, è invece espressione di un bisogno autentico di democrazia partecipativa, riprende le battaglie per l’autodeterminazione dei popoli, difende i valori sociali e comunitari e i diritti del lavoratori. In questo senso il libro costruisce un ponte culturale e politico tra la destra sociale e il sovranismo.

Per questo il sovranismo viene confrontato con il populismo e l’identitarismo (relazioni di Pietrangelo Buttafuoco e di Alessandro Meluzzi), con la Dottrina sociale della Chiesa (con le relazioni di numerosi esponenti del mondo cattolico), con il dialogo di civiltà tra Oriente e Occidente (con l’intervento di un Maestro Zen), con le radici ideologiche del movimento operaio (attraverso l’intervento del filosofo marxiano Diego Fusaro), con i problemi dell’ambiente, dell’educazione, dell’agricoltura di qualità, con il meridionalismo e con la questione settentrionale che oggi sembrano dividere l’Italia.

Tutto questo non riduce ma semmai rende ancora più radicale la critica alle derive incontrollate della globalizzazione, all’impoverimento diffuso creato dall’ideologia neo-liberista, al tradimento degli ideali europei perpetrato dalla istituzioni di Bruxelles (relazione di Marco Cerreto), all’attacco ai confini nazionali condotto dall’immigrazionismo e al declino demografico prodotto all’ideologia gender, denunciando la condizione di colonia in cui si trova l’Italia (relazioni del Presidente dell’Eurispes Gian Maria Fara, dell’europarlamentare Antonio Rinaldi, dell’ex-ministro Mario Landolfi e del Presidente del Ctim Roberto Menia).

Infine il libro si conclude con una serie di relazioni che invitano i movimenti sovranisti italiani a costruire un forte Polo Sovranista superando i propri limiti: il verticismo che impedisce di costruire strutture partecipate e radicate nel territorio, le scorie ideologiche che derivano dalla storia di ognuno di questi movimenti (relazione del senatore Claudio Barbaro).

Il libro può essere acquistato:

– nelle catene di librerie Feltrinelli e Mondadori, oltre che presso librerie indipendenti

– online attraverso il link: https://www.historicaedizioni.com/libri/sovranismo/

– oppure su Amazon.it e ibs.it

– per l’acquisto di più copie o per le presentazioni scrivendo all’indirizzo mail msn.segreteria@gmail.com (da 5 copie in su il 30% di sconto)

Pubblicità

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi